master-in-corporate-finance-e-banking master-in-diritto-del-lavoro master-in-gestione-delle-risorse-umane-cesma master-in-marketing-e-vendite2 master-in-project-management

Dal 1968 la Scuola dei Manager!

Per richiedere informazioni clicca e compila il form


Contattaci

A Milano, da sabato 24 marzo 2018 - 12 incontri con i nostri esperti HR

 

PREMESSA

In un contesto complesso e in continua ridefinizione come quello a cui siamo esposti, le procedure e le regole aziendali costituiscono solo una parte dei meccanismi con cui l’organizzazione crea il suo valore.

L’altra parte – quella informale fatta di networking, di capacità di auto attivazione, di fiducia, di passione – rappresenta un asset sempre più strategico, perché in grado di garantire l’agilità, l’innovazione, la flessibilità e la circolazione delle conoscenze che permettono alle organizzazioni di cogliere nuove opportunità e sfide.

La parola chiave per il futuro prossimo delle HR è AGILITY: saper analizzare le situazioni, consolidare gli assetti organizzativi, leggere i cambiamenti, decidere e agire rapidamente rispetto alle continue evoluzioni e agli aspetti non pianificati.

 

OBIETTIVI

  • Fornire una panoramica sull’evoluzione dei nuovi temi con cui gli HR manager si devono confrontare.
  • Individuare percorsi per usare in chiave strategica i network informali all’interno dell’organizzazione.
  • Comprendere, sostenere e realizzare iniziative per fornire ai dipendenti le competenze necessarie per lavorare in squadre multietniche e per assicurare che l’organizzazione comprenda tutte le culture per mantenere un vantaggio competitivo.
  • Fornire e ampliare le competenze utili per la realizzazione di un colloquio gestionale orientato alla crescita dei collaboratori.
  • Innescare un salto di qualità nell’osservazione del potenziale personale dei propri interlocutori organizzativi e nella restituzione di feedback incisivi e orientati allo sviluppo, all’empowerment e alla costruzione di alleanze e partnership.
  • Favorire lo sviluppo di una comunicazione coinvolgente e generativa verso i propri interlocutori di ruolo e un salto di qualità identitario rispetto alla propria managerialità, nonché all’incisività di “sé con sé”, dimensione chiave per l’autosviluppo e la self-leadership individuale.

 

TARGET DI RIFERIMENTO

Manager delle risorse umane, responsabili della formazione, responsabili dello sviluppo organizzativo, responsabili di funzione, imprenditori, liberi professionisti e consulenti, imprenditori.

 

FACULTY DEL MASTER 

La faculty è rappresentata da docenti-manager, professionisti e uomini d'azienda, specialisti nelle diverse problematiche affrontate che operano ad alto livello con le più importanti società nazionali ed internazionali. Continuamente aggiornati nelle proprie aree di competenza grazie al quotidiano contatto con la realtà e all’utilizzo degli strumenti più innovativi, trasferiscono con stile interattivo e dinamico un patrimonio conoscitivo indispensabile nel percorso di formazione del partecipante.

 

DURATA

12 giorni con frequenza al sabato.

 

I PLUS DEL MASTER

  • Master formula weeekend (part time) idonea per favorire gli impegni lavorativi e professionali.
  • Tutoring in aura e on line.
  • Incontri e testimonianze con managers e imprenditori per lo scambio di best practices.
  • Personal business coaching.
  • Project work e autocasi (applicazione delle nuove competenze su progetti dei partecipanti o di aziende partner).
  • Focus sulla crescita in termini di competenze e di sviluppo delle capacità manageriali.

 

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

La procedura di ammissione è finalizzata a verificare la coerenza del profilo del candidato, delle sue aspettative e motivazioni con il progetto formativo del Master.

 

DATA D'INIZIO

24 marzo 2018.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI 

Per saperne di più su:

  • organizzazione del Master
  • modalità di partecipazione
  • faculty
  • quota di partecipazione ed agevolazioni economiche
  • per un colloquio di approfondimento in cui verificare la coerenza del programma con il tuo profilo e le tue aspettative, COMPILA IL FORM E INVIACI LA TUA RICHIESTA

 


Forse potrebbe interessarti anche:

Executive Master in Human Resources Management - Open Program

Executive Master in Diritto Del Lavoro

1°modulo - La direzione risorse umane nell'attuale scenario competitivo

  • L’evoluzione dei modelli organizzativi e i modelli organizzativi emergenti: quale ruolo nel futuro per la Direzione risorse umane
  • Come fare recruiting in un contesto di social networking
  • Come cambia l’apprendimento e la formazione con la nuova generazione dei Digital Natives: il social learning
  • Come si valutano le competenze e le prestazioni in un contesto di community
  • Come si rendono più efficienti i processi con modelli partecipati ed emergenti
  • Come deve cambiare il ruolo della Direzione Risorse Umane nell’organizzazione del futuro
  • Come si migliora la comunicazione interna con i social media: dall’integrazione al supporto al business

 

2°modulo - Diversity Management & Gender Equality

  • Diversity Management & Inclusion: le differenze multiculturali, le differenze generazionali, le differenze relative all’orientamento sessuale, le pari opportunità di genere, l’inclusione delle disabilità
  • La valorizzazione della diversità come capitale strategico ed operativo in contesti organizzativi
  • Le normative anti-discriminatorie: il contesto normativo nazionale ed internazionale
  • Gli strumenti per definire, progettare, valutare e comunicare le politiche di diversity management e gender mainstreaming
  • La gestione delle tre generazioni - Baby Boomers (1946-1964), Generazione X (1965-1980) e la Generazione Y (1981-1989): strumenti e politiche ad hoc per mantenere il personale motivato e coinvolto
  • Multiculturalismo: la Cross Culture Analisys
  • Strumenti e politiche per la gestione di team multietnici

 

3°modulo - Attrarre, trattenere e gestire i talenti

  • Politiche di employer branding
  • Le strategie mirate per l’attraction e la retention dei talenti
  • Creare un  ambiente di lavoro appeal capace di valorizzare le qualità delle sue risorse
  • I fattori che rendono attrattive le aziende per i lavoratori
  • Il work-life balance
  • La formazione professionale continua
  • Individuazione e valorizzazione degli alti potenziali
  • La valorizzazione del singolo

 

4° modulo - Parlare con le persone: il colloquio di feedback orientato allo sviluppo delle persone

Laboratorio declinato principalmente sul rapporto capo-collaboratore e finalizzato all’acquisizione di strumenti gestionali - manageriali, utili per orientare i propri collaboratori verso la piena espressione del loro potenziale e dello suo sviluppo.

La metodologia propone:

  • Osservazione di un colloquio reale (con una persona esterna all’azienda) effettuato dalla consulenza, con restituzione di feedback empowerment oriented e riflessione in plenaria sul colloquio stesso.
  • Sperimentazione di un colloquio reale da parte di ciascun partecipante (a coppie) con persona esterna e rielaborazione dell’esperienza.
  • A distanza di qualche settimana dal laboratorio, conduzione di un colloquio con un proprio collaboratore con la supervisione ed l’intervento della consulenza in affiancamento.

 

5°modulo - Incrementare le performances e la produttività: engagement o efficenza ?

  • Le competenze e le conoscenze per sviluppare ed incrementare la motivazione e l’engagement: sostenere, sviluppare e motivare. Rivedere e trasformare i processi e i sistemi organizzativi
  • Rivedere gli equilibri tra logiche gerarchiche e logiche basate sulle competenze delle persone: le nuove logiche di controllo incentrate sugli obiettivi raggiunti e sulle competenze del personale
  • Allineare People e Business Strategy: l’allineamento delle persone con gli obiettivi e la strategia dell’organizzazione
  • L’ottimizzazione della comunicazione interna per aumentare l’efficienza aziendale

  

6° modulo - Innovation management

  • Il processo di rimodellamento creativo e generativo delle risorse
  • Il passaggio dal processo di elaborazione alla pianificazione
  • Pensiero verticale e Pensiero Laterale
  • Il contributo della Flessibilità
  • Il Pensiero Flessibile: sue caratteristiche
  • Strumenti che favoriscono il Pensiero Flessibile
  • Il progetto e le procedure di sperimentazione, incremento motivazionale e implementazione
  • Il processo di monitoraggio e verifica
  • Come individuare più alternative ad un problema
  • L’individuazione dei punti di forza, dei punti di debolezza, delle opportunità e dei rischi
  • L’ampliamento della mappa della realtà
  • Lo sviluppo di strategie integrate per massimizzare i punti di forza
  • Lo sviluppo di nuove risorse attraverso il processo di ristrutturazione
  • L’apprendimento di metodologie che sviluppano il potenziale creativo

Contatti

Finance & Legal

Executive Education
Piazzale Baiamonti, 3 20154 MIlano, MI IT

 

Network