master-in-corporate-finance-e-banking master-in-diritto-del-lavoro master-in-gestione-delle-risorse-umane-cesma master-in-marketing-e-vendite2 master-in-project-management

Dal 1968 la Scuola dei Manager!

Per richiedere informazioni clicca e compila il form


Contattaci

 

 

 

Partner del progetto: 

 

FINANCE & LEGAL

PREMESSA

Il percorso formativo, attraverso una articolata lettura dei dati aziendali (analisi di bilancio e relativi indicatori di performance, modalità di business e di finanziamento, individuazione di trends di settore dominanti e loro connessione con le dinamiche presenti ed attese dell’impresa), mira a fornire la conoscenza e gli strumenti necessari per integrare l’analisi economico finanziaria del merito creditizio dell’impresa con quella dell’ambiente competitivo di riferimento e del modello di business aziendale, al fine di cogliere il momento attuale e le prospettive di breve e di medio periodo dell’azienda cliente.

 

OBIETTIVI

In termini di abilities e skillnesses, il percorso formativo vuole sviluppare:

  • Gli strumenti per la valutazione dei rischi strategici e finanziari delle imprese non finanziarie e per l'esame dei momenti critici delle loro scelte gestionali, sia di breve sia di medio periodo, e dei relativi impatti sulla loro attrattività come destinatari di finanziamenti.
  • La capacità di andare oltre i dati di bilancio attraverso un processo organico e strutturato di analisi previsionale finalizzato ad assumere migliori decisioni di investimento e di finanziamento.
  • Il passaggio dalla semplice valutazione del rischio, magari esclusivamente basata sui rating creditizi, all’approccio verso l’azienda in un’ottica relazionale e di servizio.

   

TARGET DI RIFERIMENTO

Gestori corporate e pmi, personale dell’area crediti, responsabili e addetti dell’area amministrazione e finanza di aziende, consulenti e commercialisti.

  

FACULTY DEL MASTER 

La faculty è rappresentata da docenti-manager, professionisti e uomini d'azienda, specialisti nelle diverse problematiche affrontate che operano ad alto livello con le più importanti società nazionali ed internazionali. Continuamente aggiornati nelle proprie aree di competenza grazie al quotidiano contatto con la realtà e all’utilizzo degli strumenti più innovativi, trasferiscono con stile interattivo e dinamico un patrimonio conoscitivo indispensabile nel percorso di formazione del partecipante.

  

DURATA

15 giorni con frequenza al sabato.

  

I PLUS DEL MASTER

  • Tutoring in aura e on line.
  • Incontri e testimonianze con managers e imprenditori per lo scambio di best practices.
  • Personal business coaching.
  • Project work e autocasi (applicazione delle nuove competenze su progetti dei partecipanti o di aziende partner).
  • Focus sulla crescita in termini di competenze e di sviluppo delle capacità manageriali.

  

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

La procedura di ammissione è finalizzata a verificare la coerenza del profilo del candidato, delle sue aspettative e motivazioni con il progetto formativo del Master.

 

DATA D'INIZIO

21 ottobre 2017.

  

MAGGIORI INFORMAZIONI 

Per saperne di più su:

  • organizzazione del Master
  • modalità di partecipazione
  • faculty
  • quota di partecipazione ed agevolazioni economiche
  • per un colloquio di approfondimento in cui verificare la coerenza del programma con il tuo profilo e le tue aspettative, COMPILA IL FORM E INVIACI LA TUA RICHIESTA

 

 

 

 

 

 

Modulo 1 - L’analisi del bilancio aziendale

I Parte

  • La valutazione aziendale: prospettive, finalità e modalità d'uso
  • Il bilancio come “specchio deformante” della realtà aziendale
  • L’individuazione delle aree di rischio dell'impresa e il loro collegamento con le voci del bilancio:le “politiche di bilancio” ed i sintomi di un bilancio “truccato”
  • Criticità ed insidie nella valutazione di poste contabili, quali magazzino, crediti e debiti commerciali, P.F.N., ammortamenti e gestione reddituale straordinaria
  • L'analisi avanzata di bilancio per la valutazione della strategia aziendale e dei rischi prospettici: una nuova visione per una migliore comprensione rispetto all’approccio tradizionale
  • L’analisi della formula di economicità di un’impresa e quella di sostenibilità del suo debito: riflessi sull’affidabilità della azienda e sull’asset fidi già in essere

 

II Parte

  • L’analisi della redditività dell’attivo, del rischio di impresa e dell’equilibrio finanziario: il Capitale Circolante Netto Operativo ed il cash-flow gestionale come parametri di riferimento non “truccabili” dall’impresa
  • La cartina al tornasole del bilancio aziendale:il Rendiconto Finanziario e le varie tipologie di cash flows
  • Un passaggio spesso sottovalutato: dall’analisi finanziaria a quella del rischio di credito
  • L’organizzazione del processo previsionale: l’individuazione dei punti chiave per la previsione finanziaria di medio termine
  • L’uso della C. R. nell’ambito dell’analisi di bilancio ed analisi delle voci critiche all’interno delle varie mappe della Centrale Rischi
  • Come si struttura e come si analizza un Business Plan

 

Modulo 2 - Gli strumenti di Credit Risk Mitigation

  • I nuovi impatti regolamentari e le nuove proposte normative riguardanti il settore del credito
  • Le conseguenze operative sul mondo del credito e della finanza
  • Il ruolo delle garanzie nella professione del credito bancario
  • Le garanzie patrimoniali
  • I privilegi e le cause legittime di prelazione
  • Le garanzie reali e personali: Fideiussione, pegno e ipoteca
  • Il sistema delle garanzie pubbliche a mitigazione del rischio: I Confidi e il Fondo di Garanzia per le PMI
  • La gestione dei past-due: conseguenze negativi sull’assorbimento di capitale e sulla redditività della Banca

 

Modulo 3 – L’analisi andamentale, il monitoraggio e la tutela del credito

  • L’importanza dell’analisi andamentale nel processo del credito: Monitoraggio ed elementi da attenzionare
  • Il monitoraggio della posizione e la verifica della degenerazione del rapporto: I dati qualitativi esterni
  • Gli strumenti di controllo andamentale esterno e segnali andamentali interni
  • La crisi d’impresa: Riconoscimento dei sintomi
  • I sintomi negativi e gli eventi pregiudizievoli: I criteri per il riesame della relazione fiduciaria
  • La reimpostazione in via bonaria delle modalità tecniche di utilizzo
  • Il graduale alleggerimento, la riduzione e l’eventuale sospensione dei fidi
  • Il recesso dal rapporto creditizio: Revoca dei fidi e contestuale costituzione in mora
  • La gestione dei pagamenti tramite assegno nella fase di recesso e revoca del rapporto
  • Le compensazioni, il mandato a vendere e il realizzo delle garanzie pignoratizie
  • Le disposizioni della Banca d’Italia sulle posizioni a “rientro”
  • Gli accordi di sistemazione bonaria: Transazioni e “par condicio” tra i creditori
  • Il rilascio di nuove garanzie
  • Le problematiche connesse alle revocatorie
  • in relazione alle novità del diritto fallimentare

 

Modulo 4 - La valutazione dei gruppi aziendali e l’analisi dei bilanci consolidati

La formazione dei gruppi: Tipologia e livello di integrazione

  • Il gruppo giuridico e il gruppo economico
  • Le operazioni intragruppo: Finalità e trasparenza dell’informativa societaria
  • La rappresentazione della struttura di gruppo: Rapporti di partecipazione e rapporti di controllo

Il bilancio consolidato di gruppo: Forma, struttura e contenuto secondo la normativa nazionale e gli IFRS

  • Le operazioni di consolidamento: Misurazione del reddito e del capitale di gruppo
  • L’analisi del bilancio consolidato: Similitudini e differenze rispetto ai bilanci d’impresa
  • L’analisi per indici e l’analisi per flussi
  • Il grado di integrazione, la leva finanziaria e la leva azionaria nei gruppi di imprese
  • Il ricorso alla leva fiscale
  • La valutazione della leva operativa nelle singole imprese e a livello di gruppo

La valutazione del merito creditizio di un gruppo aziendale: La concentrazione dei rischi e l’individuazione delle asimmetrie

 

Modulo 5 – Analisi qualitativa - dall’analisi settoriale al modello di business

  • Il contesto competitivo di riferimento dell’impresa come chiave di volta per individuare le principali variabili chiave e i loro trend evolutivi nel breve e nel medio periodo
  •  Il raccordo tra la diagnosi competitiva (i drivers operativi) e l’analisi finanziaria  (le variabili finanziarie chiave) per la determinazione delle performance economico-finanziarie attese
  • Scelte competitive aziendali e contesto economico di riferimento
  • Evoluzione dei criteri di analisi creditizia: Oltre l’analisi quantitativa tradizionale
  • Settori economici: Previsioni macro e loro attendibilità
  • L’analisi settoriale
  • Il posizionamento competitivo
  • Le tipologie di imprese
  • Lo stadio del ciclo di vita
  • I fattori critici di successo
  • La strategia aziendale
  • L’analisi della formula imprenditoriale
  • Le connessioni tra l’analisi qualitativa e le grandezze economiche e finanziarie
  • Finanziamento bancario delle filiere produttive e concentrazione
  • Analisi di scenario come supporto all’analisi del settore/distretto industriale
  • Sviluppo delle PMI e crescita dei distretti industriali

 

Modulo 6 – La formazione del bisogno finanziario e l’offerta al cliente

La formazione del fabbisogno finanziario  complessivo

  • L’offerta dei prodotti  finanziari per la copertura dei fabbisogni
  • Analisi di un caso: Simulazione sul PC del fabbisogno finanziario dell’impresa e sulla copertura

La definizione dell’offerta commerciale alla clientela alla luce della valutazione relativa al merito creditizio

  • Analisi e discussione di un caso
  • Interpretazione dei risultati
  • Coerentemente con la quantificazione del rischio si procede alla definizione dell’offerta commerciale date le richieste della clientela

Esercitazione in gruppi, analisi e presentazione di casi aziendali

 

Modulo  7 - Gli strumenti di gestione della crisi d’impresa

Il concordato preventivo con riserva ed in continuità

  •  I presupposti, la proposta ai creditori, la procedura di ammissione
  •  L’attività dell’Impresa durante il concordato, i contratti in corso, i creditori, l’esecuzione del concordato
  •  Fallimento successivo al concordato

Comportamento del sistema bancario a fronte di proposte negoziali per risolvere la crisi.

  •  Operatività pre moratoria
  •  Verifica fattibilità finanziarie operazioni proposte
  •  Confronto tra soluzioni negoziali della crisi

Aspetti legali e fiscali

  •  Valutazione delle responsabilità civili e penali
  •  Trattamento contabile e fiscale dei crediti e delle perdite su crediti

Sentenze giurisprudenziali recenti

 

Modulo 8 – Le vicende straordinarie nella vita di un’impresa

Le ragioni alla base delle operazioni societarie straordinarie in contesti di crisi

  • La trasformazione, la fusione e la scissione
  • L’affitto, la cessione e il conferimento di ramo d’azienda: La struttura delle operazioni
  • La conversione dei crediti in capitale sociale
  • L’attribuzione di strumenti finanziari partecipativi ex art. 2346, sesto comma, c.c., di obbligazioni e titoli di debito
  • Il ruolo del creditore bancario
  • Le operazioni straordinarie e gli atti di straordinaria amministrazione
  • Analisi delle opportunità e dei rischi per la Banca

 

 

Contatti

Finance & Legal

Executive Education
Piazzale Baiamonti, 3 20154 MIlano, MI IT

 

Network